Le migliori chitarre economiche

15 12 2009
Salve!

Approfitto di questi giorni di mutua per aggiornare il sito.

Oggi vi mostrerò le migliori chitarre acustiche economiche.

Voi vi chiederete: cosa intendi per economiche?

Intendo tutte le chitarre che non superano (o superano di poco) i 300€. Più economiche di così non ne trovate, se suonate da molto tempo.

Iniziamo con una Takamine acustica: ottimo rapporta qualità-prezzo

Continuiamo con una Yamaha FG730S acustica color legno chiaro: suono eccellente, caldo e potente

Proseguiamo con una Ibanez acustica: bella da vedere e suono eccezionale!

 

Questa è una Gibson J185: suono perfetto sia amplificata che non. L'unico "Contro": il prezzo...

 

Queste sono sempre due Yamaha FG730S di diverso colore.

Queste sono sempre due Yamaha FG730S di vario colore.

By Ale





I testi più cliccate di Novembre 2009

7 12 2009
  • Traduzione in italiano di Hallelujah – Jeff Buckley
  • Traduzione in italiano di Amazing – Inna
  • Ti Vorrei Sollevare – Elisa ft. Giuliano Sangiorgi
  • dARI – Cercasi AAAmore
  • Testi presi dal sito web amico www.ale1996.wordpress.com sotto gentile concessione dell’amministratore.

    By Ale





    Recensione di “.23”, l’ultimo album di Alex Britti

    5 12 2009

    Questo disco è semplicemente eccellente!

    E’ un mix tra generi combinato in maniera semplicemente sublime! Si passa dal blues al pop fino ad arrivare al rock con una facilità incredibile, ovviamente grazie alle grandi doti dei musicisti e dello stesso Alex Britti.

    La cosa che mi ha colpito di più è che non ci sono brani mediocri o scarsi, ma solo ed esclusivamente brani che, a mio parere, andrebbero premiati. Là dove, ad esempio, la musica o la melodia non sono delle migliori, il testo li ricompensa, e viceversa.

    Il prezzo? Beh, questa è l’unica fregatura: si tratta di €21.90. Ma, fidatevi, sono ben spesi, ed io non sono un grande fun di Britti. Anzi, ho scoperto questo disco per puro caso ed oggi, per curiosità, l’ho acquistato e ne sono rimasto ammaliato.

    Acquistatelo! I quasi 22€ sono ben spesi.

    Io piuttosto rinuncio alla ricarica per il telefono, ma mai ad un buon disco, quale .23 di Alessandro (Alex) Britti.

    P.S: i testi li trovate qui: http://ale1996.wordpress.com/category/alex-britti/

    By Ale





    Sud Africa 2010: Girone F

    4 12 2009

    Italia;

    Paraguay;

    Nuova Zelanda;

    Slovacchia.

    Questo è il primo girone che spetta all’Italia ai Mondiali di Sud Africa 2010.

    By Ale





    Date dei concerti de Gli Atroci

    2 12 2009


    05/02/2010 – Sottotetto – Bologna

     

    11/02/2010 – Urban – Perugia

    12/03/2010 – Nordwind – Bari

    13/03/2010 – Rock Planet – Pinarella di Cervia (Ra)

    19/03/2010 – Club 71 – Milano

    27/03/2010 – Black Out – Roma

    By Ale





    21/12/12: la fine del Mondo?

    29 11 2009

    Ormai è da molto tempo che si sente parlare della Fine Del Mondo, ma che cosa ci dobbiamo aspettare, se proprio dovesse accadere qualcosa?

    By Ale





    Storicamente Parlando: il trionfo del borghese

    29 11 2009

    Nell’ Ottocento la borghesia giunse al vertice della scala sociale e cercò di dimostrarlo anche attraverso l’arredamento della propria abitazione ed il proprio abbigliamento. La casa doveva essere solida e ricca di elementi decorativi,  mentre l’abbigliamento doveva essere severo, ma allo stesso tempo elegante e vario.

    Poco mutò nella vita dei contadini, che continuarono a condurre una misera e dura esistenza, come nei secoli precedenti. Infatti le macchine agricole sino verso la fine dell’Ottocento ebbero una diffusione limitata e quasi ovunque perduravano sistemi di coltivazione tradizionali.

    Furono invece maggiori le novità nelle città, che crebbero vistosamente. Tuttavia non sempre erano novità positive: le case, più alte che in passato, lasciavano molti alloggi al buio e nell’umidità; lo smog causato dagli scarichi delle ciminiere opprimeva come una cappa i centri urbani. Lo sviluppo industriale portò anche indubbi vantaggi: permise a molta parte della gente comune di usufruire di prodotti inimagginabili un secolo prims, poiché i loro prezzi diminuirono.

    La crescente diffusione di beni di consumo in vasti strati della popolazione determinò la nascita non solo dei grandi magazzini, ma anche della pubblicità.

    Pure la cultura ebbe maggiore diffusione: l’analfabetismo scese ovunque in modo consistente, grazie soprattutto all’istituzione in molti paesi di una scuola statale obbligatoria e gratuita. In particolare nei paesi industrializzati e di religione protestante a fine secolo l’analfabetismo era quasi scomparso. Furono notevoli anche i progressi dell’analfabetizzazione nelle campagne.

    Inoltre la cultura si estese grazie al perfezionamento dei mezzi per stampare e all’avanzamento di nuovi strumenti tecnici per la comunicazione, come la fotografia e – a fine secolo – il cinema. Le conseguenze furono importantissime: da un lato la stampa divenne un formidabile strumento per influenzare l’opinione pubblica, dall’altra la comunicazione visiva si avviò ad avere un ruolo pari o addirittura superiore a quella scritta.

    By Ale